Celebriamo la vita vissuta

San Luigi Scrosoppi Sacerdote – 3 aprile

San Luigi Scrosoppi Sacerdote

3 aprile

Udine, 4 agosto 1804 – Udine, 3 aprile 1884

Il miracolo che ha portato sugli altari il sacerdote friulano Luigi Scrosoppi è stato la guarigione da una malattia che ai suoi tempi nemmeno si immaginava: l’Aids. Il beneficiato, nel 1996, è un ragazzo sudafricano. Scrosoppi è divenuto così patrono dei malati di Aids. Nato a Udine nel 1804, terzo di tre fratelli, Luigi fu il terzo sacerdote della famiglia. Carlo, il primo, nato dal primo matrimonio della mamma Antonia Lazzarini con Francesco Filaferro morto esule a Klagenfurt, diventa sacerdote filippino. Giovanni Battista, nato dal matrimonio con Domenico Scrosoppi, diventa sacerdote diocesano. Luigi segue le orme dei fratelli, entra in seminario e viene consacrato nel duomo di Udine il 31 marzo 1827. Nella Regione, al tempo poverissima, provvede con alcuni preti e un gruppo di maestre all’educazione delle ragazze in difficoltà. Ne nasce la Congregazione delle Suore della Provvidenza. A 42 anni entra nell’Oratorio di san Filippo Neri. Morirà a Udine nel 1884. È stato canonizzato il 10 giugno 2001. (Avvenire)

Etimologia: Luigi = derivato da Clodoveo

A Udine, san Luigi Scrosoppi, sacerdote della Congregazione dell’Oratorio, che fondò la Congregazione delle Suore della Divina Provvidenza per educare le giovani nello spirito cristiano.

Luigi Scrosoppi nasce il 4 agosto 1804 a Udine, città del Friuli, nel nord d’Italia. Cresce in un ambiente familiare ricco di fede e carità cristiana. A dodici anni intraprende la via del sacerdozio, frequentando il seminario diocesano di Udine e nel 1827 è ordinato sacerdote; al suo fianco ci sono i fratelli Carlo e Giovanni Battista, entrambi sacerdoti.

L’ambiente poverissimo del Friuli dell’800, stremato da carestie, guerre ed epidemie, è per Luigi come un appello a prendersi curadei deboli: si dedica, con altri sacerdoti ed un gruppo di giovani maestre, all’accoglienza e all’educazione delle “derelitte”, le ragazze più sole ed abbandonate di Udine e dintorni. Per loro mette a disposizione i suoi beni, le sue energie, il suo affetto; non risparmia niente di sé e quando le necessità sono più impellenti va a chiedere l’elemosina: egli ha fiducia nell’aiuto della gente e soprattutto confida nel Signore. La sua vita è infatti una manifestazione palpabile di grande fiducia nella Provvidenza divina. Così scrive, a proposito dell’opera di carità in cui è coinvolto: “La Provvidenza di Dio, che dispone gli animi e piega i cuori a favorire le opere sue, fu l’unica fonte dell’esistenza di questo Istituto…quella amorosa Provvidenza, che non lascia confondere chi confida in lei”. Non trascura occasione per infondere questa fiducia e serenità nelle ragazze accolte e nelle giovani donne dedite alla loro educazione. Esse vengono chiamate “maestre” perché sono abili nei lavori di cucito e di ricamo, ma sono anche capaci di insegnare a “scrivere, leggere e far di conto”, come si usava dire. Sono donne di età e di origini diverse, ed in ognuna di loro va maturando la decisione di mettere la propria vita nelle mani del Signore e di consacrarsi a lui, servendolo nella famiglia delle “derelitte”. La sera del 1 febbraio 1837 le nove donne, come segno della decisione definitiva, depongono i loro “ori” e scelgono di vivere nella povertà e nella donazione totale di sé. È in questa semplicità che nasce la congregazione delle Suore della Provvidenza, la famiglia religiosa fondata da Padre Luigi. Alle prime maestre si uniscono altre. Ci sono le ricche e le povere, le colte e le analfabete, le nobili e quelle di origini umili: nella casa della Provvidenza c’è posto per tutte e tutte diventano sorelle.

Il fondatore le incoraggia al sacrificio e le esorta alla cura affettuosa delle ragazze, che devono considerare la “pupilla dei loro occhi”.

Nel frattempo, Luigi va maturando il bisogno di una consacrazione più totale al Signore. È affascinato dall’ideale di povertà e di fraternità universale di Francesco d’Assisi, ma gli eventi della vita e della storia lo condurranno sulle orme di San Filippo Neri, il cantore della gioia e della libertà, il santo della preghiera, dell’umiltà e della carità. La vocazione “oratoriana” di Luigi si realizza nel 1846 e nella maturità dei suoi 42 anni, diventa figlio di San Filippo: da lui impara la mansuetudine e la dolcezza che lo aiuteranno ad essere più idoneo al compito di fondatore e padre della Congregazione delle Suore della Provvidenza.

Profondamente rispettoso e attento alla crescita umana delle suore e al loro cammino di santità, non risparmia né aiuti, né consigli, né esortazioni. Egli vaglia attentamente la loro vocazione, ne mette alla prova la fede perché diventino forti. Non è tenero di fronte alla vanità, al desiderio di apparire, ed è severo quando coglie atteggiamenti di ipocrisia e di superficialità. Ma quale tenerezza paterna sa usare di fronte alle fragilità e al bisogno di comprensione, di appoggio e di conforto!

Lentamente si delineano in Padre Luigi i tratti fondamentali di una vita spirituale centrata su Gesù Cristo, amato e imitato nell’umiltà e povertà della sua incarnazione a Betlemme, nella semplicità della vita laboriosa di Nazareth, nella completa immolazione della croce sul Calvario, nel silenzio dell’Eucaristia. E poiché Gesù ha detto: “Qualunque cosa avete fatto ad uno dei miei fratelli più piccoli, l’avete fatta a me”, è a loro che Padre Luigi dedica la vita di ogni giorno con l’impegno concreto di “cercare prima di tutto il Regno di Dio e la sua giustizia” sicuro che tutto il resto sarà dato in più, secondo la promessa evangelica.

Tutte le opere da lui avviate durante la sua vita riflettono questa scelta preferenziale verso i più poveri, verso gli ultimi, gli abbandonati. “Dodici caseCaveva profetizzatoCaprirò prima della mia morte”, e fu così. Dodici opere in cui le Suore della Provvidenza si dedicano in un servizio umile, intraprendente e gioioso alle giovani in balìa di se stesse, agli ammalati poveri e trascurati, agli anziani abbandonati.

Tuttavia, profondamente interessato al compimento del bene, Padre Luigi non si occupa solo delle sue opere, nelle quali le suore collaborano con persone generose e disponibili a dare loro una mano. Offre con entusiasmo il suo sostegno spirituale ed economico anche ad iniziative intraprese in Udine da altre persone di buona volontà; sostiene ogni attività della Chiesa ed ha uno sguardo di particolare predilezione per i giovani del seminario di Udine, specialmente i più poveri.

Nella seconda metà del 1800 l’Italia, regione dopo regione, si va unificando. Le vicende politiche e militari di questa unificazione rappresentano un periodo particolarmente difficile per Udine e tutto il Friuli, terra di confine e luogo di facile passaggio tra il nord e il sud Europa, tra l’est e l’ovest. Una delle conseguenze di questa unificazione, avvenuta purtroppo in un clima anticlericale, è il decreto di soppressione della “Casa delle Derelitte” e della Congregazione dei Padri dell’Oratorio di Udine.

Inizia per Padre Luigi una dura lotta per salvare le opere a favore delle “derelitte” e vi riesce, ma non può far nulla per impedire la soppressione della Congregazione dell’Oratorio. La triste situazione politica riesce così a distruggere le strutture materiali della congregazione dell’Oratorio di Udine, tuttavia non può impedire a Padre Luigi di rimanere per sempre discepolo fedele di San Filippo.

Ormai anziano, con la sua abituale apertura di spirito, capisce che è venuto il momento di cedere il timone e lo cede alle suore con serenità e speranza. Mantiene tuttavia con tutte un rapporto epistolare che contribuisce a rinsaldare i legami di affetto e di carità e, nella sua sollecitudine paterna, mai si stanca di raccomandare la fraternità e la fiducia.

Attraverso la sua comunione profonda con Dio e i lunghi anni di esperienza, Padre Luigi ha acquisito saggezza ed intuito spirituale non comuni che gli permettono di leggere nei cuori; talvolta dimostra anche di conoscere situazioni interiori segrete e fatti noti solo alla persona interessata.

Alla fine del 1883 è costretto a sospendere ogni attività, le forze cominciano a diminuire ed è tormentato da una febbre costantemente alta. La malattia progredisce inesorabilmente. Raccomanda alle suore di non temere nulla “perché è Dio che ha fatto nascere e crescere la famiglia religiosa, e sarà ancora lui che la farà progredire”.

Quando sente giungere la fine, vuole salutare tutti. Quindi rivolge le ultime parole alle Suore: “Dopo la mia morte, la vostra Congregazione avrà molte tribolazioni, ma dopo rinascerà a vita nuova. Carità! Carità! Ecco lo spirito della vostra famiglia religiosa: salvare le anime e salvarle con la Carità”.

Nella notte di giovedì 3 aprile 1884, avviene il suo incontro definitivo con Gesù. Tutta Udine e la gente dei paesi vicini accorrono per vederlo un’ultima volta e chiederne la protezione dal cielo.

E’ stato canonizzato da Giovanni Paolo II il 10 giugno 2001.

Nel Martirologio Romano la memoria è il 3 aprile. La diocesi di Udine e le Congregazioni da lui fondate lo celebrano al 5 ottobre.

21 Comments

  • basketball shoes Posted 18 novembre 2017 7:36 am

    Thanks a lot for giving everyone an exceptionally brilliant opportunity to discover important secrets from this site. It is always very brilliant and jam-packed with a good time for me and my office friends to visit your website on the least thrice in a week to learn the latest issues you have. And definitely, we are actually contented with your incredible creative concepts you give. Some 3 facts in this post are particularly the very best we’ve had.

  • yeezy boost 350 Posted 18 novembre 2017 6:00 pm

    It抯 laborious to seek out educated individuals on this subject, but you sound like you already know what you抮e speaking about! Thanks

  • yeezy Posted 19 novembre 2017 5:59 pm

    I would like to get across my respect for your kindness giving support to men and women that actually need help with this one concern. Your personal dedication to getting the message all around was really productive and has in every case made most people like me to attain their targets. This warm and friendly tips and hints indicates a lot to me and somewhat more to my colleagues. Thanks a lot; from everyone of us.

  • yeezy boost Posted 20 novembre 2017 2:56 am

    This web page is mostly a stroll-by means of for all of the data you wished about this and didn抰 know who to ask. Glimpse right here, and also you抣l undoubtedly discover it.

  • dior glasses Posted 21 novembre 2017 3:20 am

    I really wanted to send a quick word in order to express gratitude to you for all of the remarkable ideas you are showing at this website. My time-consuming internet search has now been honored with wonderful concept to exchange with my good friends. I would tell you that we site visitors are unequivocally lucky to exist in a remarkable site with many lovely individuals with very beneficial tricks. I feel quite lucky to have used your entire web site and look forward to some more excellent moments reading here. Thanks once again for all the details.

  • yeezy boost Posted 21 novembre 2017 1:56 pm

    I’m usually to blogging and i actually respect your content. The article has really peaks my interest. I am going to bookmark your web site and hold checking for new information.

  • kevin durant shoes Posted 22 novembre 2017 5:15 pm

    I would like to get across my love for your kindness in support of individuals who actually need help with this important topic. Your real dedication to getting the message along had become remarkably productive and have in every case empowered girls like me to attain their objectives. This interesting useful information entails so much to me and far more to my fellow workers. Many thanks; from all of us.

  • yeezy shoes Posted 23 novembre 2017 2:13 am

    That is the fitting weblog for anybody who wants to find out about this topic. You understand so much its almost laborious to argue with you (not that I actually would need匟aHa). You positively put a new spin on a topic thats been written about for years. Great stuff, just great!

  • adidas superstar shoes Posted 24 novembre 2017 4:35 am

    Thank you so much for providing individuals with a very breathtaking chance to read critical reviews from here. It really is very sweet and jam-packed with a good time for me and my office mates to search your website at least three times every week to see the new items you will have. And definitely, we are certainly amazed concerning the brilliant hints served by you. Certain two facts in this article are unequivocally the best I have had.

  • adidas stan smith Posted 26 novembre 2017 2:55 am

    I intended to write you one little bit of note so as to thank you very much once again relating to the amazing information you’ve shown on this website. This is generous of people like you to provide openly all a few individuals would have marketed for an e book to help make some profit for their own end, specifically seeing that you could possibly have done it if you ever considered necessary. These guidelines in addition worked like the fantastic way to recognize that some people have the identical desire just as my personal own to understand a lot more related to this condition. I think there are several more fun occasions in the future for individuals that view your website.

  • Adidas Originals NMD R_1 Runner Primeknit Consortium Running Shoes Blue/Black Posted 27 novembre 2017 8:58 pm

    An fascinating discussion is value comment. I believe that you should write more on this matter, it might not be a taboo subject but usually people are not sufficient to speak on such topics. To the next. Cheers

  • tory burch shoes Posted 28 novembre 2017 3:25 am

    Thanks for all your valuable effort on this web page. My niece loves working on investigations and it’s simple to grasp why. Most people notice all concerning the compelling medium you render advantageous guides by means of your web site and therefore cause contribution from people about this idea while our daughter is now being taught a great deal. Take advantage of the rest of the year. You’re carrying out a fabulous job.

  • yeezy boost Posted 28 novembre 2017 5:14 pm

    Can I just say what a reduction to seek out somebody who really is aware of what theyre talking about on the internet. You definitely know learn how to bring a problem to mild and make it important. More folks must learn this and perceive this facet of the story. I cant imagine youre no more standard because you definitely have the gift.

  • golden goose sneakers Posted 30 novembre 2017 6:23 am

    I would like to express my appreciation to the writer for rescuing me from this particular issue. After checking through the the net and seeing principles which are not pleasant, I assumed my life was well over. Being alive without the presence of solutions to the issues you have fixed all through your post is a serious case, as well as the kind that would have adversely affected my career if I hadn’t encountered your blog. Your actual knowledge and kindness in playing with all the pieces was valuable. I am not sure what I would’ve done if I hadn’t discovered such a step like this. I’m able to at this time look forward to my future. Thanks very much for this high quality and amazing guide. I won’t think twice to endorse the blog to any individual who should get assistance on this issue.

  • yeezy boost 350 Posted 30 novembre 2017 7:16 pm

    This really answered my problem, thank you!

  • yeezy shoes Posted 2 dicembre 2017 3:16 am

    I actually wanted to send a small message to express gratitude to you for these splendid concepts you are giving out here. My time intensive internet search has at the end of the day been honored with awesome details to write about with my partners. I would state that that we visitors are very much fortunate to exist in a fantastic website with many awesome people with beneficial things. I feel extremely privileged to have come across your site and look forward to really more excellent minutes reading here. Thanks once more for a lot of things.

  • adidas yeezy Posted 2 dicembre 2017 1:34 pm

    The following time I read a weblog, I hope that it doesnt disappoint me as much as this one. I imply, I know it was my choice to read, but I actually thought youd have something attention-grabbing to say. All I hear is a bunch of whining about something that you might repair when you werent too busy searching for attention.

  • foamposites Posted 3 dicembre 2017 9:28 pm

    Thank you so much for giving everyone remarkably breathtaking possiblity to read articles and blog posts from this web site. It’s always so sweet and jam-packed with a great time for me personally and my office friends to search your site not less than 3 times in 7 days to see the newest items you have. And lastly, I’m actually amazed with the attractive thoughts you give. Certain 2 ideas in this posting are honestly the most beneficial I have ever had.

  • adidas nmd Posted 4 dicembre 2017 5:26 am

    An attention-grabbing dialogue is value comment. I feel that you should write extra on this topic, it won’t be a taboo topic but generally people are not sufficient to speak on such topics. To the next. Cheers

  • curry 4 Posted 5 dicembre 2017 8:13 am

    I have to express my appreciation to this writer just for bailing me out of this matter. After researching throughout the online world and obtaining tricks which are not beneficial, I believed my entire life was over. Existing devoid of the answers to the issues you’ve fixed by way of your good write-up is a critical case, as well as those that would have adversely affected my entire career if I hadn’t encountered your web blog. Your main capability and kindness in maneuvering every item was precious. I am not sure what I would’ve done if I had not come upon such a step like this. I am able to at this point look forward to my future. Thanks a lot very much for the skilled and result oriented guide. I won’t hesitate to recommend your blog post to anyone who would like guidelines on this area.

  • adidas nmd Posted 5 dicembre 2017 4:56 pm

    Aw, this was a very nice post. In idea I want to put in writing like this moreover ?taking time and precise effort to make an excellent article?however what can I say?I procrastinate alot and not at all seem to get one thing done.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi